Presentazione

Data

1 Ottobre 2022

Descrizione del progetto

Non sappiamo che cosa prevalga, alla fine.

Forse le ginocchia che tremano, la paura, che non è sbagliata, qui: è il dovuto rispetto alla grandezza della roccia che scaliamo, è la giusta cornice alla concentrazione.

Forse il silenzio, accompagnato solo dal fiato corto, dal cuore in gola e dal tintinnio dei moschettoni sganciati, è la giusta colonna sonora alla concentrazione.

Forse la viva soddisfazione di leggere la pietra, trovarci gli appigli e arrivare in cima, spiare l’altra parete e la Concarena un po’ più vicina.

Forse la consapevolezza della mano qualche metro più giù, esperta, attenta, sollecita, pronta a tendere la corta o a rilasciarla al momento opportuno, quanto basta a farci sentire che non siamo soli.

Forse la gioia semplice di essere qui in tanti: amici, conoscenti, compagni di classe, perfetti sconosciuti, tutti insieme come non mai, in questi ultimi due anni.

Forse il piacere dimenticato di sedersi intorno ad un tavolo e chiacchierare, in mezzo all’erba, gli alberi, le cince.

Forse la certezza -pazzesca- che qualche migliaio di anni fa, circondati da quest’erba, questi alberi, queste cince, altri ammutolivano di fronte alla maestà di queste rocce, altri le leggevano a loro volta e, anzi, le scrivevano pure!

Un grande grazie ai Graffiti Climbers per averci ospitato con cura, pazienza e generosità e per averci avvicinato al magico mondo della arrampicata.

Gli studenti della Scuola Secondaria di primo grado di Paspardo

Obiettivi

Per una integrazione più efficace